il Dojo: luogo di ritorno al silenzio
 
La nostra civiltà, sotto un'abbondanza di beni materiali, può dimostrarsi violenta verso l'individuo: isolamento, precarietà, perdita di punti di riferimento tradizionali, ambiente sonoro e visivo aggressivo, ecc., sono dei fattori esteriori che ci rendono fragili, così come la necessità di resistere e “tenere duro” nelle avversità.

Il percorso dello zen permette all'individuo di ritrovare le sue radici nel cuore del silenzio. Osservare sé stessi, attingere da questa esperienza equilibrio, armonia e unità, trovare le chiavi di una esistenza impregnata di serenità gioiosa, queste sono i tesori ancestrali dello zen per il mondo contemporaneo.

I luoghi di pratica dello zen, i dojo, offrono così degli spazi preservati, in uno spoglio decoro, al fine di permettere questo ritorno al silenzio e alla semplicità dell'istante.

Il dojo zen “Bodai Dojo” di Alba, inaugurato a settembre 2009, è diretto dal monaco Beppe Mokuza Signoritti, discepolo del maestro Roland Yuno Rech ed è sito in Alba (CN) in via F.lli Ambrogio, 25.
APPUNTAMENTI
Sabato 6 / domenica 14 gennaio 2018
Dojo zen 'Bodai Dojo' di Alba (CN)
Seminario di pittura Sumi-e e meditazione zen diretta dal monaco Beppe Mokuza Signoritti
Venerdě 2 / domenica 4 febbraio 2018
Pégomas (Francia)
Sesshin organizzata dal dojo di Nizza diretta dal Maestro Roland Yuno Rech
Sabato 17 / domenica 18 febbraio 2018
Dojo Zen "Bodai Dojo" di Alba (CN)
Atelier di cucitura del Kesa
  
NEWS